Casa e Condominio - Fisco
07/11/2011
Come e quando si deve presentare la dichiarazione di successione


La dichiarazione di successione va presentata o spedita per posta raccomandata entro un anno dalla data della morte del defunto all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate del luogo dell’ultima residenza del defunto. Va redatta, a pena di nullità, su stampato fornito dall’Agenzia delle Entrate o su modello conforme a quello approvato con decreto del ministero delle Finanze (modello 4), e deve essere sottoscritta da almeno uno dei soggetti obbligati o da un rappresentante legale.
Non vi è obbligo di dichiarazione se l’eredità è devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l’attivo ereditario ha un valore non superiore a 25.822,84 euro e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari, salvo che per effetto di sopravvenienze ereditarie queste condizioni vengano a mancare (articolo 28, comma 7, Dlgs 346/1990).
La dichiarazione di successione, nel caso in cui nell’asse ereditario siano compresi beni immobili, è obbligatoria. Entro 30 giorni dalla registrazione della successione, va presentato il documento di voltura catastale, atto traslativo da presentarsi all’Agenzia del Territorio.
Fonte: Agenzia delle Entrate