Locazione - Fisco
27/08/2013
I dati catastali nella registrazione dei contratti di locazione


Il provvedimento del 31 luglio 2013 con cui l’Agenzia delle Entrate ha soppresso il modello Cdc (Comunicazione Dati Catastali) non comporta assolutamente l’obbligo per i contribuenti di presentare il modello 69 in via cartacea per comunicare i dati catastali degli immobili. A tale fine resta ferma la possibilità di utilizzare i canali telematici messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate, sia in fase di registrazione dei contratti di locazione e di affitto di beni immobili, sia al momento dei versamenti telematici delle imposte relative alle proroghe, alle cessioni e alle risoluzioni dei suddetti contratti. La recente disposizione si rivolge invece alla diversa ipotesi in cui un contribuente preferisca comunicare tali dati in via cartacea presso l’ufficio delle Entrate. Infatti, mentre precedentemente erano stati predisposti a tale scopo due distinti modelli, il primo per le richieste di registrazione dei contratti (modello 69), il secondo da utilizzare nei casi di cessioni, risoluzioni e proroghe, anche tacite, dei contratti già registrati alla data dell'1 luglio 2010 (modello Cdc), è adesso previsto, qualora non si voglia utilizzare la via telematica, esclusivamente il modello 69, opportunamente integrato, anche nei casi di cessione, risoluzione e proroga.
Fonte: Agenzia delle Entrate