Casa e Condominio - Risparmio energetico
21/08/2013
Che documenti occorrono per godere del bonus fiscale del 65%


Per fruire dell’agevolazione fiscale sulle spese energetiche non occorre effettuare alcuna comunicazione preventiva. L'intervento non deve essere preceduto da alcuna formalità nei confronti dell’amministrazione finanziaria né dall’invio della comunicazione di inizio lavori alla Asl, salvo che quest’ultimo adempimento sia previsto dalle norme in materia di tutela della salute e di sicurezza sul luogo di lavoro e nei cantieri. È invece necessario acquisire i seguenti documenti:
1) l’asseverazione di un tecnico abilitato al fine di dimostrare che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti (tale documento, in base a quanto previsto dal Dm 6 agosto 2009, può essere sostituito da una dichiarazione resa dal direttore dei lavori);
2) l’attestato di certificazione (o qualificazione) energetica, che comprende i dati relativi all’efficienza energetica propri dell’edificio (non è più richiesto dal 1° gennaio 2008 per la sostituzione di finestre in singole unità immobiliari e per l’installazione di pannelli solari, e, a partire dal 15 agosto 2009, per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale);
3) la scheda informativa relativa agli interventi realizzati (se l’intervento riguarda la sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari o l’installazione di pannelli solari può essere compilata anche dall’utente finale). La scheda deve contenere: i dati identificativi del soggetto che ha sostenuto le spese e dell’edificio su cui i lavori sono stati eseguiti, la tipologia di intervento eseguito e il risparmio di energia che ne è conseguito, nonché il relativo costo, specificando l’importo per le spese professionali, e quello utilizzato per il calcolo della detrazione.
Fonte: Agenzia delle Entrate