Compravendita - Mutui
03/10/2013
Per detrarre gli interessi del mutuo bisogna fare i lavori nei termini


Per usufruire della detrazione degli interessi passivi pagati in relazione a un contratto mutuo stipulato per l’acquisto di un immobile oggetto di lavori di ristrutturazione edilizia (articolo 3, comma 1, lettera d, DPR n. 380 del 2001), è necessario che lo stesso sia adibito a dimora abituale entro due anni dall’acquisto. Tale termine può anche essere maggiore, ma solo qualora il differimento dipenda da un ritardo del Comune nel rilascio delle abilitazioni amministrative richieste (circolare n. 7/E del 2001). Il beneficio decorre a partire dal momento in cui l’immobile è adibito a dimora abituale (articolo 15, comma 1, lettera b, del Testo Unico dell'Imposta sui Redditi). L’accertamento di tale circostanza può avvenire sulla base di quanto risulta nei registri anagrafici oppure con autocertificazione (DPR n. 445 del 2000), nella quale il contribuente attesta che dimora abitualmente in un luogo diverso da quello risultante dai registri anagrafici.