Notizie
11/03/2014
Negli ultimi mesi del 2013 il mercato immobiliare in crisi nera


Continua la crisi del mercato immobiliare. La conferma arriva dalla Nota trimestrale dell’Osservatorio del mercato immobiliare (ex Catasto). Dai dati emerge che nel IV trimestre del 2013 ci sono state 249.974 transazioni, con un calo del 7,5/% rispetto allo stesso periodo del 2012. Nessun settore è escluso dalla diminuzione, anche se le cose sono andate peggio per il terziario che comprende gli immobili registrati in Catasto come uffici o istituti di credito. Al riguardo, se si confrontano i dati relativi all’ultimo trimestre del 2013 con quelli dello stesso periodo del 2012, si nota una riduzione del 12,4% e il settore terziario è quello dove sono state registrate le perdite maggiori anche se si confronta l’intero 2013 con l’anno precedente (-11%). Meno accentuate, ma comunque consistenti, le contrazioni negli altri settori. Evidenti le flessioni nel commerciale, in calo del 9,7%, e produttivo, -8,8 per cento. Giù anche il mercato residenziale con una diminuzione dell’8% per gli scambi di abitazioni e del 7,4% per le pertinenze (cantine, box e posti auto), nella maggio maggior parte dei casi riconducibili all’uso residenziale. Stessa tendenza per la compravendite di nuda proprietà (-15,5%) e l’acquisto di abitazioni con un mutuo ipotecario (-7,7%). L’analisi conferma il trend negativo che continua ormai dal III trimestre del 2006; una lunga discesa interrotta da segni positivi solo nei primi due trimestri del 2010, quando il mercato delle abitazioni fece segnare un risultato positivo, e negli ultimi due del 2011.
Fonte: Agenzia delle Entrate