Locazione - Fisco
14/04/2014
La cedolare secca si applica anche alle locazioni turistiche


La cedolare secca può essere applicata anche ai contratti di locazione per i quali non è previsto l’obbligo di registrazione (articolo 3, comma 2, Dlgs n. 23 del 2011). L’opzione può quindi essere esercitata pure in relazione ai contratti di durata inferiore a trenta giorni nell’anno, per i quali non sussiste l’obbligo di registrazione in termine fisso, ma solo in caso d'uso (circolare n. 26/E del 2011). Peraltro, in tale ipotesi, a differenza degli ordinari contratti di locazione, non occorre comunicare preventivamente al conduttore l’opzione per il regime sostitutivo (vedi la circolare n. 20/E del 2012).