Casa e Condominio - Fisco
12/06/2014
Gli adempiemnti fiscali per il condominio


Il condominio, anche se non è dotato di personalità giuridica, deve per legge essere titolare di un proprio codice fiscale (e non partita Iva). Come precisato nella circolare n. 204 del 2000, è infatti il condominio, e non l’amministratore, il soggetto che riveste la funzione di sostituto d'imposta (articolo 23, comma 1, Dpr 600 del 1973), che è pertanto obbligato a effettuare le ritenute sui corrispettivi e sui compensi che paga per prestazioni di lavoro autonomo o di lavoro dipendente (compresi i compensi all'amministratore). Il condominio deve, inoltre, effettuare la ritenuta d’acconto sui corrispettivi dovuti per le prestazioni relative a contratti di appalto di opere e servizi.
Fonte: Agenzia delle Entrate