Compravendita - Fisco
24/07/2014
Il bonus "prima casa" a rischio con la separazione coniugale


Il contribuente perde i benefici fiscali "prima casa" nell’ipotesi di mancato trasferimento della residenza nel comune di ubicazione dell’immobile entro il termine di diciotto mesi dall’acquisto. Alcuna rilevanza assumono l’intervenuta separazione consensuale e l’accordo sull’immobile, non configurabili quali cause di forza maggiore esonerative dall’obbligo legale di trasferimento della residenza.
Corte di Cassazione sentenza n. 16082 del 14 luglio 2014