Locazione - Fisco
21/08/2014
Risoluzione di un contratto con opzione per la "cedolare secca"


Se alla data della risoluzione anticipata del contratto di locazione è in corso un'annualità per la quale è stata esercitata l'opzione per il regime della cedolare secca, non è dovuta imposta di registro. Infatti, la cedolare secca sostituisce, oltre all'Irpef e relative addizionali, anche le imposte di registro e di bollo dovute in relazione al contratto di locazione. La risoluzione va comunicata, entro 30 giorni, tramite modello RLI. In caso di versamento di imposte non dovute, si può presentare entro 36 mesi, a pena di decadenza, istanza di rimborso, in carta semplice, all’Agenzia delle Entrate, indicando i motivi in base ai quali si ritiene di averne diritto e allegando la distinta del versamento eseguito.
Fonte: Agenzia delle Entrate