Casa e Condominio - Sicurezza
09/10/2014
Il lavoratore è responsabile della propria condotta in cantiere


La Corte di Cassazione, con sentenza n. 38955 del 23 settembre 2014, ha affermato che il datore di lavoro è esonerato dalla responsabilità in materia di antinfortunistica qualora la condotta imprudente del dipendente è talmente “abnorme” da essere pacificamente riportata su quest’ultimo.
I giudici della Suprema Corte evidenziano come la palese mancata applicazione delle disposizioni legislative ed aziendali in materia antinfortunistica ed un comportamento imprudente e contrario alle minime regole sulla sicurezza sul lavoro, da parte del lavoratore dipendente, liberano l’azienda dalle conseguenti responsabilità.
Fonte: Ministero del Lavoro