Il caso
21/11/2014
L'abbonamento Rai deve essere disdettato alla morte del titolare


In caso di morte del titolare di un canone Rai, qualora l'erede sia già titolare di un canone o non sia abbonato e non intenda variare l'intestazione a proprio nome del canone del defunto, dovrà richiederne la disdetta seguendo le indicazioni riportate nell'articolo 10 del Rdl 246/1938. Per disdire, è necessario che l’apparecchio tv venga ceduto, alienato (ad esempio per rottamazione, per furto o per incendio) o suggellato (ovvero reso inutilizzabile, in seguito a una specifica procedura, dopo averlo chiuso in un apposito involucro). Nella comunicazione di disdetta va indicata la data e il luogo del decesso. La richiesta di chiusura dell'abbonamento deve essere indirizzata all'Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale I di Torino - Ufficio territoriale di Torino 1 - Sportello S.A.T. - Casella postale 22 - 10121 Torino (To).