Locazione - Fisco
18/02/2015
Che aliquota utilizzare per l'indennità di occupazione


In caso di occupazione di un fabbricato strumentale “senza titolo”, dopo la scadenza del contratto, l’indennità di occupazione eventualmente versata può avere duplice natura. Avrà natura di canone di locazione qualora appaia evidente la volontà delle parti di proseguire il rapporto contrattuale. Avrà, invece, natura risarcitoria quando si ravvisi la risoluzione del contratto con conseguente cessazione degli effetti negoziali. Nella prima ipotesi, infatti, il pagamento di tale indennità non ha funzione risarcitoria, ma locatizia, e, pertanto, sarà soggetta alle stesse regole, con conseguente assoggettamento a imposta di registro nella misura del 2% annuo. Nel secondo caso, invece, l’importo dovuto a titolo di indennità di occupazione assumerà connotazione risarcitoria e l’imposta di registro andrà conseguentemente versata nella misura del 3%, prevista per gli atti a contenuto patrimoniale (vedi la risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 154/E del 2003 e la circolare n. 43/E del 2007).