Casa e Condominio - Fisco
02/03/2015
Per il bonus "prima casa" i coniugi devono sottoscrivere il rogito


È legittima la revoca, per la metà, dell’agevolazione fiscale “prima casa” se, al momento del rogito, era presente solo uno dei due coniugi che ha acquistato il bene in comunione legale. Le dichiarazioni prescritte dalla norma agevolativa devono essere rese al notaio da entrambi i coniugi acquirenti e l’eventuale dichiarazione integrativa deve essere redatta “con le stesse formalità giuridiche del precedente atto ed entro i termini di decadenza”.
È quanto ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza n. 1988 del 4 febbraio 2015.