Compravendita - Mutui
12/03/2015
Come godere della detrazione fiscale sugli interessi passivi


Sono detraibili dall'Irpef gli interessi passivi e gli oneri accessori pagati in dipendenza di mutui ipotecari contratti per la costruzione dell'unità immobiliare da adibire ad abitazione principale (quella cioè dove il contribuente o i suoi familiari dimorano abitualmente), compresi gli interventi di ristrutturazione edilizia di cui all'articolo 31, comma 1, lettera d, della legge 457 del 1978 (articolo 15, comma 1-ter del Testo Unico sull'Imposta di Registro). La detrazione spetta nella misura del 19% su un ammontare complessivo non superiore a 2.582,28 euro (il beneficio massimo che si può ottenere, quindi, è pari a 490,63 euro). Per fruire della detrazione occorre conservare ed esibire (o trasmettere), a richiesta dell’ufficio dell'Agenzia delle Entrate, le quietanze di pagamento degli interessi passivi, la copia del contratto di mutuo dal quale risulti la sua finalità e che lo stesso è assistito da ipoteca, le eventuali abilitazioni amministrative richieste dalla legislazione edilizia e copia dei documenti di spesa (fatture o ricevute fiscali).