Casa e Condominio - Fisco
03/04/2015
Quando la sostituzione del portoncino gode della detrazione fiscale


La normativa in materia di detrazioni fiscali per il risparmio energetico non menziona tra gli interventi agevolabili quelli relativi alla fornitura e alla posa in opera di portoni di ingresso. Tale intervento, pertanto, di per sè non appare significativo per il conseguimento del risparmio energetico. La detrazione fiscale (attualmente del 65%) per la riqualificazione energetica degli edifici può essere applicata soltanto se il portone consente di conseguire gli indici di risparmio energetico richiesti per le strutture opache o se, presentando le medesime componenti costruttive delle finestre, può essere considerato alla stregua di tale elemento, ossia se si tratta di una porta finestra (vedi la risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 475/E del 2008).