Compravendita - Fisco
29/07/2015
In cosa consiste la donazione indiretta


Si ha donazione indiretta quando un soggetto procura l'acquisto di un bene a un terzo, o intervenendo all'atto di acquisto per pagarne il prezzo o fornendo il denaro necessario. Anche nell’ipotesi di acquisto di un bene, attraverso donazione indiretta, da parte di un minore non emancipato (nonché da altri soggetti incapaci, quali interdetti e inabilitati), spetta l’agevolazione prima casa, ovviamente se lo stesso è in possesso di tutti i requisiti di legge. In questo caso, le prescritte dichiarazioni per potere fruire dei benefici (nota II-bis all’articolo 1 della tariffa, parte I, allegata al Dpr n. 131 del 1986), anche se riferite al soggetto acquirente, dovranno essere rese dai rappresentanti legali. L’immobile deve essere ubicato nel territorio del comune in cui l’acquirente ha o stabilisce entro diciotto mesi dall’acquisto la propria residenza o, se diverso, del comune in cui l’acquirente svolge la propria attività; in tale ultima ipotesi, si considera ricompresa ogni tipo di attività, incluse quelle svolte senza remunerazione, ad esempio le attività di studio, di volontariato, sportiva (circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 1/E del 1994). L’acquirente può pertanto fruire delle agevolazioni anche se non residente nel comune in cui è ubicato l’immobile acquistato, purché svolga in quell’ambito territoriale la propria attività, anche se non remunerata (circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 19/E del 2001).