Notizie
22/09/2015
L'autunno porterà una nuova certificazione energetica della casa


Dal 1° ottobre 2015 cambierà la normativa che disciplinerà l'attestazione della prestazione energetica degli edifici. La principale novità sarà un Attestato di Prestazione Energetica unico per tutto il territorio nazionale.
L'APE dovrà essere redatto da un certificatore energetico abilitato che dovrà effettuare almeno un sopralluogo per reperire e verificare i dati necessari alla certificazione. Il nuovo APE dovrà contenere la prestazione energetica globale dell'edificio, la qualità energetica del fabbricato, i dati relativi all'uso di fonti rinnovabili, le proposte per migliorare l'efficienza energetica dell'edificio e le informazioni su incentivi di carattere finanziario per realizzarli. L'indice di prestazione energetica globale determinerà la classe dell'edificio, dalla A4 (la migliore) alla G (la peggiore) per un totale di dieci classi. Il decreto, per unificare le informazioni sulla qualità energetica degli edifici, definisce anche uno schema di annuncio e di vendita in cui verranno riportati gli indici di prestazione energetica parziali, quello globale, la classe energetica e delle emoticon per facilitare la comprensione ai non tecnici. Tutti i dati relativi agli attestati di prestazione energetica saranno raccolti in un sistema informativo nazionale, denominato SIAPE (sistema di raccolta dati realizzato dall'Enea e raccordato ai catasti regionali degli impianti termici), che Regioni e provincie autonome avranno l'obbligo di utilizzare in previsione di un integrazione con il catasto degli edifici.
Finalmente con questo decreto omologante nel nostro Paese sarà possibile confrontare l'efficienza energetica di un edificio da nord a sud, comparazione che prima era resa difficoltosa a seguito dell'esistenza di leggi e norme regionali differenti fra loro.