Compravendita - Fisco
07/10/2015
Non è credibile un prezzo di vendita prossimo al costo di costruzione


Per la Corte di Cassazione la cessione di unità immobiliari a un prezzo vicino al costo di costruzione è un'operazione che può essere considerata contraria ai canoni di economicità se la società cedente non fornisce idonea prova contraria all'Amministrazione finanziaria. In tale ipotesi, l'anomalo scostamento tra valore normale e prezzo di cessione costituisce presunzione grave e precisa e l'Agenzia delle Entrate può legittimamente procedere a rideterminare il prezzo di cessione verosimilmente incassato dalla società cedente e a recuperare le corrispondenti maggiori imposte evase.
Corte di cassazione, sentenza n. 18178 del 16 settembre 2015