Casa e Condominio - Fisco
26/10/2015
Benefici fiscali per i portatori di handicap che eseguono lavori edili


Le spese sostenute per l’eliminazione delle barriere architettoniche possono fruire della detrazione Irpef accordata ai lavori di ristrutturazione edilizia, attualmente pari al 50 per cento, il cosiddetto "bonus ristrutturazioni". Vi rientrano, ad esempio, le spese per l’installazione di ascensori, montacarichi, elevatori esterni all’abitazione e quelle per la realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, favoriscono la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave (articolo 3, comma 3, legge n. 104 del 1992). Inoltre, la parte di spesa eccedente la quota agevolata con il "bonus ristrutturazioni" è detraibile nella misura del 19% come spesa sanitaria. Per le prestazioni di servizi relative all’appalto di questi lavori, è applicabile l’aliquota Iva agevolata del 4% (vedi la circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 7/E del 2001).