Locazione - Fisco
27/11/2015
Ambito di applicazione della "cedolare secca"


La cedolare secca è un regime facoltativo, che si sostanzia nel pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali, nonché delle imposte di registro e di bollo sul contratto di locazione (articolo 3 del Decr. lgs. n. 23 del 2011). Possono optare per tale regime le persone fisiche titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale di godimento, che locano l’immobile al di fuori dell’esercizio di attività d'impresa o di arti e professioni. L’opzione può essere esercitata per unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali da A1 a A11 (esclusa l’A10 - uffici o studi privati), locate a uso abitativo, e per le relative pertinenze. Il regime non può essere applicato se il contratto di locazione è concluso con conduttori che agiscono nell’esercizio di attività di impresa o di lavoro autonomo, che adibiscono l’immobile a finalità abitative di collaboratori e dipendenti (vedi la circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 26 del 2011, paragrafo 1.2).