Casa e Condominio - Risparmio energetico
15/12/2015
Gli adempimenti da svolgere a fine lavori per godere del bonus "risparmio energetico"


Per potere detrarre la spesa sostenuta per gli interventi di risparmio energetico effettuati su un immobile, è necessario inviare all’Enea, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, la copia dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica e la scheda informativa relativa agli interventi realizzati. La data di fine lavori, dalla quale decorre il termine per l’invio della documentazione all’Enea, coincide con il giorno del collaudo e non con quella di effettuazione dei pagamenti (vedi la risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 244/E del 2007). In base a quanto prevede il Testo unico sull’edilizia, il collaudo, se necessario in base alla tipologia di intervento realizzato, va fatto entro 60 giorni dalla data di ultimazione dei lavori. Se, in considerazione del tipo di intervento, non è richiesto il collaudo, il contribuente può provare la data di fine lavori con altra documentazione emessa da chi ha eseguito i lavori o dal tecnico che compila la scheda informativa. In tal caso, non è valida l’autocertificazione del contribuente (vedi il paragrafo 3.1 della circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 21/E del 2010).