Compravendita - Mutui
23/02/2016
Solo l'abitazione principale consente la detrazione degli interessi passivi


Non sono detraibili dall'imposta sul reddito interessi passivi, oneri accessori e quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione corrisposti in relazione a un contratto di mutuo stipulato per l’acquisto di una seconda casa. La detrazione, infatti, è riconosciuta solo qualora il mutuo sia stato stipulato per l’acquisto di un’unità immobiliare da destinare ad abitazione principale. Tale condizione deve risultare, alternativamente, dal contratto di acquisto dell’immobile, dal contratto di mutuo o da altra documentazione rilasciata dalla banca su apposita richiesta del contribuente (vedi la circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 15/E del 2005).