Casa e Condominio - Fisco
18/03/2016
Non sempre il bonus recupero edilizio apre al bonus arredi


La fruizione della detrazione per le spese sostenute per l’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi, tra cui l’installazione di una porta blindata, non consente di per sé di fruire dell’ulteriore detrazione per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Nell’ipotesi, tuttavia, in cui le misure di prevenzione, in base alle loro caratteristiche, siano inquadrabili tra gli interventi edilizi agevolabili (manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro o risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia), sarà possibile avvalersi anche del bonus arredi, fermo restando che gli interventi di manutenzione ordinaria rilevano solo se effettuati sulle parti comuni di un edificio residenziale. La verifica va effettuata caso per caso, con riferimento alla fattispecie concreta (vedi il paragrafo 7.1 della circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 10/E del 2014).