Notizie
14/06/2016
Il 16 giugno scade il termine per versare l'acconto IMU e TASI


Giovedì 16 giugno è l’ultimo giorno utile per pagare, senza sanzioni e interessi, la prima rata dell’Imu e della Tasi per il 2016, la cui determinazione deve avvenire in base alle aliquote e alle detrazioni in vigore per l’anno 2015.
La disciplina dei due tributi locali presenta molte novità normative, arrivate con l’ultima legge di stabilità.
La più importante è rappresentata dall’esclusione dalla Tasi dell’abitazione principale, tranne nei casi in cui la stessa risulti accatastata in una delle categorie A/1, A/8 e A/9.
Un’altra sostanziale novità riguarda l’immobile non “di lusso” concesso in comodato a parenti in linea retta di primo grado (quindi, figli o genitori), che lo utilizzano come abitazione principale: la base imponibile Imu e Tasi è ridotta alla metà.
Sempre a decorrere dall’anno 2016, un trattamento di favore è riservato anche agli immobili locati a canone concordato: sia l’Imu che la Tasi sono ridotte del 25 per cento.