Locazione - Fisco
01/07/2016
La cedolare secca si applica anche alla locazione di parti dell'alloggio


È possibile optare per il regime della cedolare secca sui canoni di affitto anche nell’ipotesi in cui si lochi solo una porzione dell'immobile, ad esempio una stanza (vedi la circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 26/E del 2011). In caso, però, di locazione, con diversi contratti, di più porzioni di un’unità abitativa con un’unica rendita catastale (ovvero più stanze dello stesso appartamento), tutti i redditi di locazione devono essere tassati allo stesso modo. È, in altri termini, necessario che i canoni percepiti in forza di tutti i contratti siano assoggettati allo stesso regime impositivo. Pertanto, la scelta per l’applicazione della cedolare secca per un contratto di locazione di una camera vincola il locatore all’esercizio dell’opzione anche per il reddito derivante dalla contemporanea locazione delle altre stanze.