Casa e Condominio - Sicurezza
18/08/2016
I buoni lavoro sono riservati a soggetti dotati di codice fiscale


I cosiddetti voucher meglio noti come buoni lavoro possono essere utilizzati per tutti i lavoratori, cittadini italiani, europei o extracomunitari. È però necessario che possiedano il codice fiscale. La normativa in materia prevede, infatti, che, prima dell’inizio della prestazione di lavoro, il committente, o il delegato, comunichi il proprio codice fiscale (riportato sul buono lavoro), la tipologia di committente e la tipologia di attività, i dati del prestatore (nome, cognome, codice fiscale), il luogo di lavoro, la data d'inizio e fine della prestazione.