Notizie
17/08/2016
Per il canone Rai la composizione della famiglia risulta dall'anagrafe


Il canone Rai è pagato con addebito sulla bolletta dell’utenza elettrica, in base alla presunzione secondo cui chi è intestatario di un’utenza elettrica residenziale è anche detentore di apparecchio televisivo. Il canone è dovuto una sola volta per ciascuna famiglia anagrafica. Per famiglia anagrafica si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora abituale nello stesso Comune (vedi l'articolo 4 del Dpr n. 223 del 1989). La composizione della famiglia anagrafica risulta dallo stato di famiglia. Qualora marito e moglie non abbiano la stessa residenza e, quindi, non risultano nello stesso stato di famiglia, sono tenuti al pagamento di entrambi i canoni.