Notizie
23/12/2016
Il Fisco da una mano a mettere al sicuro l'abitazione


Il credito d’imposta concesso alle persone fisiche che, per prevenire attività criminali, installano sistemi di videosorveglianza o di allarme oppure stipulano contratti con istituti di vigilanza in relazione a immobili non utilizzati nell’esercizio dell’attività d’impresa o di lavoro autonomo, trova le sue regole attuative.
Nel decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 6 dicembre 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 22 dicembre 2016, sono infatti definiti i criteri e le procedure per accedere all’agevolazione istituita dalla legge di Stabilità 2016 (comma 982 della legge n. 208 del 2015), per il suo recupero in caso di fruizione indebita e per contenere la spesa nel limite dei 15 milioni di euro (stanziamento complessivo per il 2016).