Il caso
31/01/2017
Se cessa il rapporto di lavoro il portiere deve lasciare l'alloggio


Con sentenza del 6 dicembre 2016 il Tribunale di Milano ha affermato che alla cessazione del rapporto di lavoro (nel caso di specie per licenziamento) il portiere deve lasciare l’appartamento condominiale assegnato, atteso che la concessione in godimento dello stesso sussiste in ragione del rapporto di lavoro, per cui si è in presenza di “una prestazione accessoria del rapporto funzionalmente collegata con la prestazione lavorativa, costituendone un parziale corrispettivo”.
Il rilascio dell’appartamento, aggiunge il Tribunale, deve essere trattato con il “rito del lavoro”.
Fonte: Ministero del Lavoro