Casa e Condominio - Fisco
16/02/2017
Quali novità sul bonus arredi grazie alla legge di Bilancio 2017


La legge di bilancio 2017 ha stabilito che la detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), vale anche per le spese sostenute nell’anno in corso, purché collegate a interventi di ristrutturazione edilizia iniziati a partire dal 1° gennaio 2016 (invece, per gli stessi beni comprati nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2016, il presupposto per fruire dell’agevolazione era quello di aver sostenuto spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 26 giugno 2012).
Per gli interventi di ristrutturazione iniziati nel 2016 (anche se proseguiranno nel 2017), l’importo massimo agevolabile (10.000 euro) va considerato al netto delle spese sostenute nello stesso anno e per le quali si è fruito della detrazione.
Nessuna novità su beni agevolabili, tipologie di lavori che danno accesso al bonus, modalità di pagamento, modalità di fruizione della detrazione, documentazione da conservare.
Le casistiche non sono cambiate rispetto al passato, tuttavia nel caso in cui parte degli acquisti siano già stati portati in detrazione con il regime precedente, è chiaro che l’importo massimo di 10mila euro, riferito a lavori iniziati nel 2016 o nel 2017, deve essere considerato al netto delle spese per le quali si è fruito già dell’agevolazione.