Casa e Condominio - Fisco
04/04/2017
A volte non basta pagare l'IMU, è necessario presentare anche la dichiarazione


La dichiarazione Imu deve essere presentata al Comune in cui sono situati gli immobili dichiarati, utilizzando il modello disponibile gratuitamente presso gli uffici comunali.
È altresì possibile utilizzare modelli prelevati da altri siti internet a condizione che gli stessi presentino le caratteristiche tecniche previste dal Decreto ministeriale 30 ottobre 2012 e rechino l’indicazione del sito dal quale sono stati prelevati e degli estremi dello stesso D.M.
La dichiarazione può essere consegnata direttamente al Comune interessato che, in tal caso, rilascia apposita ricevuta; in alternativa, può essere presentata anche a mezzo posta, mediante raccomandata senza ricevuta di ritorno, in busta chiusa recante la dicitura “Dichiarazione Imu 20_ _” e deve essere indirizzata all’ufficio tributi del Comune competente.
Inoltre, la dichiarazione può essere trasmessa anche in via telematica con posta certificata.
Infine, si ricorda che l'adempimento va effettuato entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini dell’imposta. La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati, cui consegua un diverso ammontare dell'imposta dovuta.