Locazione - Fisco
25/04/2017
Quando è possibile scontarsi i canoni pagati per i famigliari a carico


Non è prevista la possibilità di fruire della detrazione spettante agli inquilini in relazione al canone pagato per un familiare fiscalmente a carico. Il beneficio, infatti, spetta a chi è intestatario del contratto di locazione dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, stipulato o rinnovato ai sensi della legge n. 431 del 1998 (vedi l'articolo 16 del Testo Unico dell'Imposta sui Redditi). Diversa è, invece, l’ipotesi dall’articolo 15 del Testo Unico dell'Imposta sui Redditi, lettera i-sexies, che prevede la detraibilità dall’Irpef - anche se l'onere è sostenuto nell'interesse di familiari a carico - del 19% dell’importo del canone di locazione, derivante da contratti stipulati o rinnovati ai sensi della legge n. 431 del 1998 da studenti universitari, a condizione che la sede universitaria sia ubicata in un comune diverso da quello di residenza, disti da quest’ultimo almeno cento chilometri e sia comunque situato in una provincia diversa.