Compravendita - Mutui
22/05/2017
Gli interessi del mutuo li detrae chi li paga


Dall’imposta lorda è possibile detrarre un importo pari al 19% degli interessi passivi e relativi oneri accessori (nonché delle quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione) pagati in dipendenza di un mutuo ipotecario contratto per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire, entro un anno dall’acquisto stesso, ad abitazione principale, per un importo non superiore a 4mila euro (articolo 15, comma 1, lettera b, Testo Unico dell'Imposta sui Redditi). Il nudo proprietario che ha stipulato il contratto di mutuo per l’acquisto della piena proprietà dell’immobile, qualora ne conceda l’usufrutto al figlio, può esercitare la detrazione in esame calcolandola in relazione a tutti gli interessi pagati, rapportati all’intero valore dell’immobile, sempre che risultino soddisfatte tutte le altre condizioni richieste dalla legge (circolare dell'Agenzia delle Ente n. 20/E del 13 maggio 2011, paragrafo 1.5, come richiamata dalla circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 7/E del 4 aprile 2017, pagina 67).