Compravendita - Normativa
21/09/2017
Come conservare il bonus "prima casa" in caso di vendita dell'alloggio


La normativa in materia di benefici “prima casa” stabilisce che il trasferimento dell’immobile acquistato usufruendo delle agevolazioni, prima che siano decorsi cinque anni dall’acquisto, comporta la decadenza dal regime di favore, salvo che il contribuente entro un anno dall’alienazione infraquinquennale proceda all’acquisto di un altro immobile da adibire a propria abitazione principale (nota II-bis, articolo 1, Tariffa, parte I, allegata al DPR n. 131 del 1986).
È stato precisato, altresì, che la decadenza dal beneficio è impedita anche nel caso in cui il contribuente provveda all’acquisto di un terreno sul quale venga realizzato, entro un anno dalla vendita, un immobile utilizzabile come abitazione principale (vedi la risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 44/E del 16 marzo 2004 e la circolare dell'Agenzia delle Entrate 38/E del 12 agosto 2005). Inoltre, in caso di alienazione infraquinquennale dell’immobile acquistato con i benefici “prima casa”, il contribuente interessato può evitare la decadenza dall’agevolazione qualora, entro un anno, costruisca, su un terreno di cui sia già proprietario, un immobile a uso abitativo, classificabile in una categoria catastale diversa da A/1, A/8 e A/9, da adibire ad abitazione principale. Ulteriore presupposto idoneo a evitare la decadenza è costituito dall’utilizzo del nuovo immobile come dimora abituale (vedi la risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 13/E del 26 gennaio 2017).