Compravendita - Normativa
10/10/2017
Bonus fiscale "prima casa" tra acquisto, donazione e successione


Il contribuente che ha già acquistato un’abitazione a titolo oneroso fruendo della agevolazioni “prima casa” potrà richiederle nuovamente in sede di successione o donazione, impegnandosi a rivendere, entro l’anno dall’acquisto del nuovo immobile agevolato, l'immobile pre posseduto.
Inoltre, è possibile versare le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa per i trasferimenti della proprietà di case di abitazione (diverse da quelle appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9) e per la costituzione o il trasferimento di diritti su detti immobili derivanti da successione o donazione.
L’applicazione dell’agevolazione per l’acquisto a titolo gratuito non preclude la possibilità di fruire, in caso di successivo acquisto a titolo oneroso di altra abitazione, dei benefici “prima casa” (vedi la circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 44/E del 7 maggio 2001 paragrafo 1 e la circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 18/E del 29 maggio 2013, paragrafo 5.4).