Vita associativa - Notizie dall'associazione
16/10/2017
I commenti alle novità legislative inerenti i fallimenti immobiliari


Nel corso della conferenza stampa organizzata a Milano da Assocond-Conafi per presentare l’art. 12 del disegno di legge Delega 2681 (Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell’insolvenza) riguardante l’inserimento di norme a tutela degli acquirenti di immobili in costruzione, l’on. Eleonora Cimbro, presentatrice dell’emendamento fatto proprio dall’on. Alfredo
Bazoli relatore della proposta di legge alla Camera, ha dichiarato:
«Con la norma contenuta nell’art. 12 il Governo è impegnato nei prossimi mesi alla stesura del decreto delegato che renderà effettiva e pienamente applicato il D.lgs 122/2005 che già aveva previsto l’obbligatorietà della fideiussione per gli acquisti di case sulla carta. La nuova norma introduce il controllo di legalità da parte dei notai. Si tratta di un risultato ottenuto al di fuori delle logiche di schieramento che ha visto protagonisti tutti coloro che da anni sono stati parte
attiva di questa battaglia di civiltà. A partire da Assocond-conafi senza dimenticare Claudio De Albertis che fin dall’inizio della vicenda ha sempre sostenuto la necessità di una tutela che avrebbe migliorato il sistema delle imprese nel suo complesso e non solo dal lato, pur importante, degli acquirenti. È stato raggiunto un risultato a vantaggio di tutti i cittadini italiani che godranno
di maggiore sicurezza nell’acquisto della casa di abitazione».
Dal canto suo l’on. Alfredo Bazoli ha osservato che «non era scontato arrivare fino in fondo in un percorso che necessariamente coinvolgeva aspetti legati alla tenuta delle imprese del settore. La legge punta a fer emergere preventivamente le crisi di impresa e a rendere effettiva una tutela già presente sulla carta ampiamente disattese e che andava rafforzata nella logica del rispetto
delle leggi. L’impegno del Governo è quello di arrivare ai decreti delegati entro marzo e comunque prima della fine della legislazione».
Non ha mancato di esprimere soddisfazione anche l’on Lino Duilio primo firmatario della legge del 2004.
Fonte: Assocond-Conafi