Locazione - Normativa
20/11/2017
Imposta di regsitro, si risparmia pagando per tutta la durata del contratto


Per i contratti di locazione (e sublocazione) di immobili urbani di durata pluriennale, l’imposta di registro può essere assolta sul corrispettivo pattuito per l’intera durata del contratto ovvero annualmente sull’ammontare del canone relativo a ciascun anno (vedi l'articolo 17, comma 3, Dpr n. 131 del 1986). Se corrisposta per l’intera durata del contratto, l’imposta dovuta è ridotta di una percentuale pari alla metà del tasso di interesse legale moltiplicato per il numero delle annualità (vedi l'articolo 5, Tariffa parte I, nota I del Dpr n. 131 del 1986). Si ricorda che, a decorrere dal 1° gennaio 2017, la misura del saggio degli interessi legali è fissata allo 0,1% in ragione d’anno (vedi l'articolo 1 del decreto 7 dicembre 2016).