Compravendita - Fisco
15/02/2018
Quando la casa è signorile si perde la riduzione d'imposta senza sanzioni


Sulla base della nuova disciplina l’esclusione dalla agevolazione "prima casa" per le case cosiddette di lusso non dipende più dalle intrinseche caratteristiche qualitative e di superficie dell’immobile, ma dall’iscrizione, o meno, dell’abitazione nelle categorie catastali A1, A8 ovvero A9. Le nuove regole si applicano ai trasferimenti realizzati successivamente al 1° gennaio 2014, per cui una compravendita anteriore a tale data continua a essere disciplinata in base al regime previgente.
Ferma restando la revoca dell’agevolazione “prima casa”, la Corte di Cassazione ha però ritenuto che le sanzioni irrogate debbano essere revocate ravvisando i presupposti per l’applicazione del secondo comma dell’articolo 3 del D. Lgs. n. 472 del 1997, secondo cui, in materia di sanzioni amministrative per violazioni tributarie “salvo diversa previsione di legge, nessuno può essere assoggettato a sanzioni per un fatto che, secondo una legge posteriore, non costituisce violazione punibile”.
Corte di Cassazione, sentenza n. 2010 del 26/01/2018