Casa e Condominio - Risparmio energetico
30/03/2018
Finestre e arredi rinnovati con lo sconto del Fisco


È bene sapere che tra gli interventi che costituiscono valido presupposto per poter accedere al bonus mobili, ossia alla detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione, rientra anche la sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale o tipologia di infisso (intervento che, di per sé, dà diritto alla detrazione per recupero edilizio).
La recente legge di bilancio ha prorogato il bonus mobili anche per gli acquisti effettuati nel 2018, limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 1º gennaio 2017 (vedi l'articolo 16, comma 2 del D.L. n. 63 del 2013, come modificato dall’articolo 1, comma 3 della legge n. 205 del 2017).
Si ricorda che, a prescindere dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, il bonus mobili deve essere calcolato su un importo massimo di 10mila euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. La detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.