Locazione - Fisco
20/04/2018
Contratti a canone concordato, quando serve l'attestazione


In risposta a un’istanza di interpello, l’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 31 del 20 aprile 2018, ha fornito importanti chiarimenti in materia di contratti di locazione a uso abitativo stipulati a canone concordato.
Per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali previste dalla legge a favore dei contratti di locazione a uso abitativo stipulati a canone concordato è necessaria un'attestazione che deve essere rilasciata dalle organizzazioni firmatarie dell’accordo concluso in sede locale tra le organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni dei conduttori maggiormente rappresentative .
Per i contratti “non assistiti”, ossia quelli stipulati dalle parti senza l'assistenza delle rispettive organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori, l’acquisizione dell’attestazione rappresenta “elemento necessario“ per il riconoscimento delle agevolazioni tributarie collegate.
L’attestazione non è necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali rispetto ai contratti di locazione stipulati prima dell’entrata in vigore del D.M. 16 gennaio 2017 ovvero anche successivamente, laddove non risultino stipulati accordi territoriali.