Notizie
14/01/2019
Più garanzie per chi acquista immobili in corso di costruzione


Lo scorso 10 gennaio il consiglio dei ministri ha licenziato in via definitiva il decreto legislativo che ha introdotto il nuovo codice sulla crisi d’impresa e sull’insolvenza.
Il provvedimento con gli artt. 385, 386, 387 e 388 ha apportato alcune modifiche alla disciplina introdotta dal D. Lgs. 122/2005 (Disposizioni per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire).
Si tratta delle modifiche sulle quali Assocond-Conafi ha lavorato, insieme al consiglio nazionale del notariato, che, introducendo l’obbligo di stipula del preliminare a mezzo scrittura privata autenticata o atto pubblico, impone al notaio il controllo di legalità dell’atto e, quindi, la presenza delle fideiussioni. Controllo previsto anche in sede di rogito, per la presenza della postuma decennale.
Grazie all'approvazione di questi articoli di legge l'elusione della norma sarà certamente contenuta a vantaggio degli acquirenti di immobili da costruire.
Fonte: Assocond-Conafi