Compravendita - Fisco
24/04/2019
Il certificato di residenza attesta il possesso del requisito per il bonus "prima casa"


La Corte di Cassazione, con la sentenza 10072 del 10 aprile 2019, ha ribadito che i benefici fiscali per l’acquisto della prima casa, previsti dall’articolo 16 del Decreto Legge n. 155 del 1993, (convertito in Legge 19 luglio 1993 n. 243), spettano unicamente a chi possa dimostrare in base ai dati anagrafici di risiedere o lavorare nel comune dove ha acquistato l’immobile senza che, a tal fine, possano rilevare la residenza di fatto o altre situazioni contrastanti con le risultanze degli atti dello stato civile. (vedi le sentenze della Corte di Cassazione n. 1530 del 2012 e n. 13345 del 2016).