Vita associativa - Notizie dall'associazione
21/05/2019
Fallimenti immobiliari, a rischio le nuove tutele per chi compra casa


Apprendiamo che durante l’iter parlamentare di conversione in legge del cosiddetto Decreto Crescita sono stati presentati due emendamenti di identico e pericoloso contenuto. In particolare:

Emendamento 30.029 Sara Moretto, Gianluca Benamati, Paola De Micheli (PD).

Emendamento 30.06 Andrea Mandelli, Stefania Prestigiacomo, Paolo Russo, Felioce Maurizio D’Ettore, Roberto Occhiuto, Mauro D’Attis, Francesco Cannizzaro, Guido Della Frera, Sestino Giacomoni, Antonio Martino, Raffaele Baratto, Galeazzo Bignami, Stefano Benigni (FI).

Emendamenti entrambi mirati alla soppressione del comma 3 dell’art. 389 del D. Lgs. 12.01.2019 n. 14 denominato “Codice della Crisi d’impresa e dell’insolvenza”.
Si tratta della norma che impone l’applicazione immediata del sistema di tutela previsto per gli acquirenti di immobili in costruzione mediante l’obbligatorietà di garanzie fideiussorie e assicurative.
Il tentativo, introdotto nell’ambito del tutto estraneo del Decreto Crescita, è mirato a sospendere l’applicazione della normativa di tutela degli acquirenti di immobili in costruzione, confidando nella possibilità di allungare i tempi ministeriali della predisposizione dei modelli standard di fideiussione e polizza assicurativa.
Denunciamo questo tentativo, che tende ad affossare l’effettività della tutela dei cittadini, piegandola all’interesse delle lobby. È un segnale politico preciso volto a costituire nel prosieguo dell’attività legislativa un diverso orientamento del Parlamento in caso di mutamento sostanziale del quadro di governo.
ASSOCOND-CONAFI (Coordinamento nazionale vittime fallimenti immobiliari.
Riccardo De Benedetti Vice presidente nazionale