Compravendita - Fisco
15/07/2019
Il prezzo dichiarato in atto deve essere credibile e coerente


In tema di accertamento dei redditi d’impresa, la prova dell’esistenza di attività non dichiarate, derivanti da cessioni di immobili, può essere desunta anche sulla base di presunzioni semplici, purché gravi, precise e concordanti, secondo gli ordinari criteri di accertamento induttivo. I dati più significativi possono essere eventuali mutui superiori all’importo di compravendita dichiarato, nessun preliminare di vendita, scostamento dal “valore normale”: questi sono elementi precisi che complessivamente giustificano la rideterminazione dell’ufficio
Corte di Cassazione sentenza n. 16266 del 18 giugno 2019