Casa e Condominio - Fisco
06/11/2019
Come dimostrare la coabitazione


Ai fini del riconoscimento del diritto di abitazione, per dimostrare la convivenza con il de cuius nella casa di quest’ultimo, è sufficiente un’autocertificazione, anche se la coabitazione non risulta da alcun registro anagrafico e il compagno superstite risulta residente in altro luogo.
Il riconoscimento del diritto di continuare ad abitare nella casa comune è finalizzato a garantire l’esigenza abitativa del convivente, entro comunque un periodo ben determinato, ma non per questo può entrare nella dichiarazione di successione, poiché manca la qualifica di erede o legatario.
L’Agenzia delle entrate ha ben puntualizzato la questione grazie alla Risoluzione n. 463 del 4 novembre 2019.