Casa e Condominio - Risparmio energetico
03/12/2008
Le novità introdotte dal decreteo legge cosiddetto anti crisi


All'articolo 29 del decreto legge cosiddetto anti crisi è stata prevista l'introduzione della procedura per il riconoscimento della detrazione del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici, la quale consiste nell'introdurre un nuovo e sostanziale adempimento per il contribuente, al quale non e` piu` riconosciuta automaticamente l'agevolazione fiscale, ma potrà fruirne solo successivamente all`autorizzazione dell`Agenzia delle Entrate, che l`accordera` previa verifica del rispetto dei limiti di spesa, stabiliti di anno in anno.
Essendo la norma un decreto legge è già in vigore ed ha effetto retroattivo, ossia impone a chi intenda usufruire della detrazione del 55% delle spese già effettuate nel 2008, l’obbligo di osservare la nuova procedura introdotta dall'art. 29. In pratica chi ha eseguito degli interventi di risparmio energetico nel corso dell'anno 2008 ed intende godere dell'agevolazione fiscale deve fare una richiesta, esclusivamente per via telematica (anche attraverso gli intermediari abilitati), all’Agenzia delle Entrate. Il contribuente deve però attendere a presentare la domanda, la quale può essere inviata soltanto nel periodo compreso tra il 15 gennaio e il 27 febbraio 2009. L`Agenzia delle Entrate ha tempo trenta giorni dalla ricezione dell`istanza per comunicare l'esito della verifica. La comunicazione avverrà soltanto in via telematica. In assenza di alcuna comunicazione dell'Agenzia delle Entrate l'agevolazione fiscale s'intende negata. Per i contribuenti esclusi dal godimento della detrazione fiscale del 55%, ma soltanto se hanno eseguito l'intervento di risparmio energetico nell'anno 2008, è prevista la possibilità di convertire la pratica per usufruire della detrazione fiscale del 36%.