Notizie
03/03/2009
L'interpello non vincola il contribuente


Le risposte agli interpelli non sono atti impositivi, non vincolano il contribuente e non possono quindi incidere sulla sfera giuridica del destinatario, di conseguenza non sono impugnabili in sede giurisdizionale. Questo, in sintesi, il contenuto della circolare n. 7/E del 3 marzo, con la quale l'agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sulla natura delle risposte agli interpelli, specificando che la non impugnabilità degli stessi deriva dal fatto che, trattandosi di atti amministrativi non provvedimentali, non producono di per sé effetti diretti e immediati nei confronti del contribuente, il quale può decidere di attenersi o meno al parere dell'Amministrazione.