Raccolta Sentenze - Compravendita
Liti e azioni legali


20/10/1997

E' nullo, perché contrario a norma imperativa, il contratto di compravendita di unità abitativa nella parte in cui sottrae gli spazi utilizzabili come parcheggio alla loro inderogabile destinazione; l'inserzione automatica della disposizione di legge o la sostituzione della clausola inficiata da nullità comporta l'attribuzione all'acquirente del diritto reale d'uso sulla superficie destinata a parcheggio e il riconoscimento al venditore di un corrispettivo ulteriore quale squilibrio sinallagmatico. Cassazione civile sez. II, 20 ottobre 1997, n. 10248, Marchetti c. Altinati e altro, in Foro it. 1998, I,78.