Raccolta Sentenze - Compravendita
Pratiche notarili


2/03/2005

Il notaio non può invocare la limitazione di responsabilità prevista per il professionista dall’art. 2236 del c.c. con riferimento al caso di prestazione implicante la soluzione di problemi tecnici di speciale difficoltà, in quanto il mancato espletamento di un’attività preparatoria importante, quale la misura dei registri immobiliari, non integra un’ipotesi di imperizia, cui soltanto è indirizzata la previsione normativa in parola, ma negligenza o imprudenza, e cioè violazione del dovere della normale diligenza professionale media esigibile ai sensi del comma 2 dell’art. 1176 del c.c., rispetto alla quale rileva anche la colpa lieve. Corte di Cassazione,sez. II, 2 marzo 2005 n. 4427